Istituto Prealpi

Genere

Cultura, società

 

L’Istituto Prealpi è stato fondato nell’anno 1975 per iniziativa personale del Prof. Carlo Manzoni.

Da allora il professor Carlo Manzoni, fondatore e direttore dell’istituto, ne cura l’organizzazione e il funzionamento assieme all’amministratore del Prealpi, il professor Paolo Strano, che venuto a mancare il mese di aprile dell’anno 2021, ha visto nella figura della figlia, Dott.ssa Angela Strano, la sua naturale prosecuzione nell’ attività di gestione della scuola insieme al fondatore.

Migliaia gli studenti che in quasi cinquant’anni sono passati nelle sue aule e migliaia i giovani che si sono diplomati nei vari indirizzi di studi ed inseriti nel mondo del lavoro, delle attività produttive e delle professioni, molti dei quali hanno raggiunto posizioni di prestigio nell’ambito delle rispettive competenze.

L’istituto al passo con i tempi, ha sempre cercato di essere in grado di rispondere alle esigenze dell’utenza, offrendole opportunità, ai giovani e alle loro famiglie, di scelte scolastiche rare sul territorio del distretto saronnese e non solo.

In questi cinquant’anni il campo dell’istruzione è stato oggetto di numerose riforme, ma l’Istituto ha saputo trasformare i cambiamenti scolastici in evoluzione ed è riuscito a garantire percorsi innovativi tali da offrire ai suoi studenti una formazione che divenisse utile bagaglio per l’ingresso nel mondo del lavoro.

www.istitutoprealpi.it/

Archivio Audio

La professoressa ROBERTA BOLTE e gli studenti dell'istituto Prealpi di Saronno ospiti a RadiOrizzonti ci parlano di viaggi e turismo. Intervista a cura di Elia Ciocca
Gli studenti dell'istituto Prealpi di Saronno ospiti a RadiOrizzonti ci parlano di cucina. Intervista a cura di Antonella Colmegna
La professoressa ROBERTA BOLTE e gli studenti dell'istituto Prealpi di Saronno ospiti a RadiOrizzonti ci parlano di viaggi e turismo. Intervista a cura di Elia Ciocca
Gli studenti dell'istituto Prealpi di Saronno ospiti a RadiOrizzonti ci parlano di cucina. Intervista a cura di Antonella Colmegna